Header Ad

Castellammare, la “ricetta politica” per le Terme di Stabia

16 aprile 2015
86 Views

IMG_20150330_090114Un ordine del giorno per il futuro delle Terme. “Torniamo ad essere Pd”, scrive l’ex assessore al comune di Castellammare Nicola Corrado, dimessosi la scorsa settimana, pubblicando il testo dell’atto di indirizzo politico presentato da Pd, Sel e Idv e approvato dal consiglio comunale.

“Considerato l’esigenza immediata di garantire quale priorità’ la difesa e l’incremento dei livelli occupazionali legati al settore Termale; considerato altresì che il fallimento della società Terme di Stabia S.p.A. non impedisce alla Sint, società’ interamente partecipata dal Comune e proprietaria dell’ intero complesso termale sito in via Panoramica, di rilanciare una nuova mission produttiva che abbia il suo core business nelle attività’ termali; sottolineato che il vecchio complesso denominato Antiche Terme di Stabia e’ di esclusiva proprietà del Comune di Castellammare di Stabia e che lo stesso può’ concorrere, unitamente ai beni immobili di proprietà della su citata Sint, ‘ alla definizione di un progetto unitario di ricollocazione sul mercato di tutti gli stabilimenti termali;

impegna in via preliminare

il Sindaco ad attivare ogni percorso Istituzionale utile per assicurare ai lavoratori termali forme di sostegno al reddito unitamente all’attivazione di percorsi formativi per gli stessi e vincolare la aree interessate alle attività termali ai lavoratori della società Terme di Stabia S.P.A., a rimuovere gli staffisti in capo alla segreteria del Sindaco; ad attivare ad horas un confronto con la curatela fallimentare delle Terme di Stabia S.p..A. per l’ immediato recupero della disponibilità di tutti i beni di proprietà’ della società’ Sint; a garantire, nelle forme di legge previste, la messa a disposizione di Sint del complesso immobiliare denominato Antiche Terme di Stabia sito in piazza G.Amendola; La società’ Sint, nella persona del proprio rappresentante legale a predisporre nell’immediato un bando per il fitto d’azienda temporaneo dei due stabilimenti termali al fine di garantire la continuità dell’attività produttiva ed il rinnovo degli ammortizzatori sociali, a predisporre inoltre con la massima urgenza un piano di ristrutturazione aziendale per la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare con all’interno un piano industriale, da sottoporre alla valutazione del Consiglio Comunale, finalizzato alla ripresa delle attività’ termali dell’intero complesso immobiliare di sua proprietà’ sito in via Panoramica unitamente alle strutture delle Antiche Terme, di proprietà diretta dell’ Ente e messe a disposizione della stessa società'”.

Da quanto si legge nell’atto, il piano industriale dovrà assumere quali punti fondanti in termini strategici:

1) il riassorbimento di tutti i lavoratori termali espulsi dal ciclo produttivo.

2) la valorizzazione e l’utilizzo dell’Hotel delle Terme quale Asset strategico per rafforzare lo stesso piano industriale, evitando in tal modo dimissioni singole di beni immobili funzionali al rilancio del termalismo.

You may be interested

Vie del Mare, Raia: “Stop alle polemiche, aggiunte nuove corse Alilauro”
0 shares17 views
0 shares17 views

Vie del Mare, Raia: “Stop alle polemiche, aggiunte nuove corse Alilauro”

Alessandro Palermo - Ago 17, 2017

"Con il boom di turisti che ha usufruito del servizio di trasporto mare istituito quest'anno dalla Regione Campania si sono…

Crescono i visitatori al Parco Archeologico di Ercolano. Il venerdì sera ingresso a 2 euro
0 shares47 views
0 shares47 views

Crescono i visitatori al Parco Archeologico di Ercolano. Il venerdì sera ingresso a 2 euro

Alessandro Palermo - Ago 17, 2017

Crescono i visitatori al Parco Archeologico di Ercolano. Da Venerdì sera le ricostruzioni multimediali dei graffiti nel Sacello degli Augustali.…

Torre del Greco: abbandono e degrado in via Teatro. I residenti: “Più controlli”
0 shares591 views
0 shares591 views

Torre del Greco: abbandono e degrado in via Teatro. I residenti: “Più controlli”

Alessandro Palermo - Ago 17, 2017

Auto perennemente parcheggiate in divieto di sosta, cassonetti dei rifiuti mai puliti, spazzatura e ingombranti di ogni tipo abbandonati lungo…

Leave a Comment

Your email address will not be published.