onorato armatori

In una botola libro mastro del racket, ordigni rudimentali, armi e munizioni

2 maggio 2015
106 Views

02.05.2015 CC AfragolaUn manoscritto con elencati decine e decine di esercizi commerciali della zona con accanto la corrispondente cifra dovuta, un ordigno rudimentale (di quelli usati di solito per attentati dinamitardi ad esercizi commerciali), un fucile con munizioni e altro ancora è quanto rinvenuto dai carabinieri della compagnia di Casoria insieme ai colleghi del nucleo Cinofili di Sarno (Sa) e del nucleo Artificieri di Napoli, durante un servizio di controllo del territorio con perquisizioni e posti di blocco nel complesso di edilizia popolare “Rione Salicelle” di Afragola (Na).

Il materiale è stato rinvenuto in un locale nascosto ricavato sotto l’abitazione di un personaggio ritenuto elemento di spicco del clan ‘Moccia’ -attivo in quell’area-. La perquisizione è stata fatta con l’impiego di unità cinofile per la ricerca di droga ed esplosivo. In questo modo nella cantinola dell’abitazione, dietro alcuni bancali di bottiglie, è stata trovata la botola (la cui apertura azionabile da un pulsante vicino ad un quadro elettrico) di accesso allo stanzino all’interno del quale i militari hanno trovato:

02.05.2015 CC Afragola 1
. 2 ordigni esplosivi artigianali confezionati con materiale pirotecnico di cui uno realizzato con 4 artifizi privi di etichettatura e munito di miccia alla polvere, del peso complessivo di 100 grammi, simile a quelli utilizzati in recenti attentati dinamitardi a danno di esercizi commerciali;
. un ordigno artigianale della lunghezza di 15 cm, 7cm di diametro e 5cm di altezza, del peso complessivo di 150 grammi;
. 8 kg di fuochi pirotecnici;
. un fucile calibro 24 con colpo in canna;
. 49 cartucce calibro 24 delle quali 29 contenute in una cartucciera di pelle;
. 5 cartucce calibro 12, 13 calibro 9 e un caricatore;
. 23 grammi di hashish;
. un bilancino di precisione;
. 200 grammi di mannite, sostanza utilizzata per il taglio della cocaina;
. un quaderno con l’elenco di attività commerciali della zona e di fianco annotata una cifra.
La moglie 40enne e il figlio 19enne del detenuto, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono stati denunciati a piede libero per detenzione illecita di stupefacenti, detenzione abusiva di materiale esplodente, di armi da fuoco e munizioni.
Gli ordigni esplosivi sono stati recuperati e messi in sicurezza dal nucleo Artificieri dell’Arma di Napoli nel frattempo intervenuti, mentre il fucile sarà inviato al Racis di Roma e sottoposto ai necessari accertamenti balistici per accertare l’eventuale impiego in raid di camorra.
In un vano ascensore dello stesso stabile sono state rinvenute 15 cartucce calibro 40 modificate e 15 grammi di hashish.

You may be interested

Torre del Greco: carabinieri arrestano rapinatore seriale di Ercolano
shares261 views
shares261 views

Torre del Greco: carabinieri arrestano rapinatore seriale di Ercolano

Di Redazione - Dic 13, 2017

I carabinieri della stazione Torre del Greco-Centro hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Torre…

Giovane pestato nella stazione di Pompei: fermati 4 ragazzi, tra cui due minorenni di Torre Annunziata
shares107 views
shares107 views

Giovane pestato nella stazione di Pompei: fermati 4 ragazzi, tra cui due minorenni di Torre Annunziata

Di Redazione - Dic 13, 2017

Giovane pestato nella stazione della Circumvesuviana. Scoperti tutti i responsabili, i carabinieri arrestano 2 ragazzi e denunciano 2 minori. I…

Turris: in difesa arriva Patrizio Caso. Lasciano tre giocatori
shares72 views
shares72 views

Turris: in difesa arriva Patrizio Caso. Lasciano tre giocatori

Di Redazione - Dic 13, 2017

L’AP Turris ASD comunica di aver raggiunto l’accordo con il calciatore Patrizio Caso. Difensore, classe 87, Caso va ad arricchire…

Leave a Comment

Your email address will not be published.