Header Ad

Ispezioni e verifiche dei carabinieri sui detentori di armi nella provincia di napoli. riscontrate diverse situazioni irregolari. decine di denunce, molti sequestri

15 giugno 2015
55 Views

carabinieri-posto-di-blocco1Su disposizione del comando provinciale partenopeo da alcune settimane i carabinieri nei Comuni del Napoletano hanno intensificato le ispezioni nei confronti dei detentori di armi. Lo scopo dei controlli è quello di riscontrare eventuali anomalie o situazioni irregolari rispetto alla normativa vigente. I militari attraverso la documentazione contenuta negli archivi hanno raggiunto il domicilio dei detentori di armi e hanno proceduto a verificare:
. la regolarità della documentazione presentata;
. la rispondenza delle modalità di detenzione alle disposizioni di sicurezza in materia di custodia delle armi;
. la conformità delle armi detenute a quelle indicate nelle denunce di possesso a vario titolo (caccia, sport, semplice detenzione);
. eventuali controindicazioni oggettive di sorta subentrate;
un primo bilancio dell’operazione è il seguente:
. 1205 verifiche effettuate;
. 31 denunce a piede libero (la maggior parte di età maggiore ai 60anni):
. 12 omessa ripetizione di denuncia e omesso avviso preventivo di trasporto armi nel territorio dello stato (art. 58 e 34 t.ulp.s.);
. 8 custodia delle armi e degli esplosivi (art. 27 l. 110/75);
. 2 omessa denuncia di armi (art. 697 c.p.)
. 2 detenzione illecita di armi da sparo (artt. 2 e 7 l. 895/67);
. 3 porto abusivo di arma da fuoco (artt. 4 e 7 l. 895/67);
. 4 omessa custodia di armi (art. 20 bis l. 110/75);
. 342 persone diffidate per omessa presentazione certificato anamnestico (art. 6 c. 2 d.lgs 121/2013, dovranno esibire il certificato entro 30 giorni per regolarizzare la posizione);

Armi sequestrate:
. 3 pistole semiautomatiche;
. 4 revolver;
. 11 fucili da caccia;
. 1 carabina ad aria compressa;
. 1 baionetta;
. 511 munizioni di vario calibro;
. 500 grammi di polvere da sparo.

Le situazioni irregolari circa il possesso del certificato anamnestico si sono registrate un pò ovunque, dalla provincia nord alla fascia vesuviana interna e costiera.
Le denunce a piede libero hanno riguardato prevalentemente il passaggio di armi ereditate o ricevute in regalo e il cambio luogo di detenzione.
In alcuni casi invece, tra le armi regolarmente detenute, sono stati trovati fucili o parti di armi senza matricola (persino una baionetta).
I controlli continueranno serrati da parte dei carabinieri in tutti i Comuni della Provincia.

You may be interested

Turris: per la gara di Coppa Italia contro il Gragnano biglietto a 5 euro
0 shares107 views
0 shares107 views

Turris: per la gara di Coppa Italia contro il Gragnano biglietto a 5 euro

Alessandro Palermo - Ago 16, 2017

L'AP Turris ASD comunica che per la gara di Coppa Italia contro il Gragnano, in programma domenica 20 agosto alle…

All’Antiquarium di Boscoreale, la pittura della casa del bracciale in esposizione eccezionale
0 shares90 views
0 shares90 views

All’Antiquarium di Boscoreale, la pittura della casa del bracciale in esposizione eccezionale

Alessandro Palermo - Ago 16, 2017

Rientrata il 14 agosto dal Grand Palais di Parigi, dove è stata esposta dal 15 marzo al 24 luglio in…

Pmi, Confapi: su fondi europei Regione Campania da bocciare
0 shares104 views
0 shares104 views

Pmi, Confapi: su fondi europei Regione Campania da bocciare

Alessandro Palermo - Ago 16, 2017

«Parlare non basta, è un atteggiamento populista che lasciamo ai politici più beceri, noi che rappresentiamo le Pmi abbiamo il…

Leave a Comment

Your email address will not be published.