onorato armatori

Palma Campania: controlli a opificio. Carabinieri trovano al lavoro 3 clandestini in locali senza igiene e sicurezza

29 aprile 2015
101 Views

carabinieri_auto_500_3I carabinieri della stazione di Palma Campania in collaborazione con personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Napoli, ASL – Napoli/3 Sud e filiale INPS di Nola hanno effettuato un servizio per contrastare il fenomeno del lavoro sommerso.
Durante i controlli è stata denunciata una cittadina 28enne del Bangladesh domiciliata a Palma Campania, la titolare di un opificio tessile con sede in via Circumvallazione, ritenuta responsabile di aver occupato alle sue dipendenze 3 lavoratori suoi connazionali non in regola con la Legge sull’immigrazione.
L’opificio è stato sottoposto a sequestro penale perchè non aveva i requisiti di salute e sicurezza.
I locali, sotterranei e seminterrati, sono stati sequestrati insieme a 21 macchine per cucire e 2 assi da stiro.
Al titolare sono state contestate violazioni amministrative per 22.000 euro.

You may be interested

Protezione civile: allerta meteo dalle 12 alle 24 di domani
shares282 views
shares282 views

Protezione civile: allerta meteo dalle 12 alle 24 di domani

Di Redazione - Ott 21, 2017

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato oggi un comunicato di allerta meteo per piogge e temporali valevole dalle…

Recuperavano e mischiavano rifiuti pericolosi, carabinieri forestali denunciano titolare ditta
shares124 views
shares124 views

Recuperavano e mischiavano rifiuti pericolosi, carabinieri forestali denunciano titolare ditta

Di Redazione - Ott 21, 2017

Volla: carabinieri forestali controllano ditta e scoprono attività abusiva di recupero e miscelazione di rifiuti pericolosi. Nel corso di controlli…

Nola: ritrovati la “Bernadette” e i vasi per i fiori rubati dal sagrato di una chiesa
shares86 views
shares86 views

Nola: ritrovati la “Bernadette” e i vasi per i fiori rubati dal sagrato di una chiesa

Carla Guarnieri - Ott 21, 2017

Nola: carabinieri trovano la “bernadette” e i vasi per i fiori sdradicati di notte dal sagrato della chiesa. Erano esposti…

Leave a Comment

Your email address will not be published.