onorato armatori

Torre Annunziata-Torre del Greco. Droga da Spagna e Olanda: i narcos stangati in appello

7 luglio 2016
229 Views

droga 2di Redazione

Torre Annunziata/Torre del Greco. Inondavano di cocaina, marijuana e MDMA tutta l’area torrese, importando la droga nascosta in mezzo ad alimenti di ogni tipo a bordo di tir. Gli autoarticolati provenivano da Spagna e Olanda viaggiando su rotte collaudate: nessuno sconto in appello per 17 capi e gregari di gruppi criminali collegati al clan “Gallo-Cavalieri” di Torre Annunziata. Sono 115 gli anni di carcere inflitti ieri dai giudici. La sentenza non ha stravolto il verdetto che nel 2014 scagionò dall’accusa di traffico internazionale di stupefacenti 20 appartenenti ai “caramella”.

IL VERDETTO. Ieri, al termine del processo di secondo grado, soltanto 3 le posizioni “ritoccate” dai giudici: Pasquale Scarpa, fratello di Vincenzo «caramella», colui che viene considerato il capo promotore dell’organizzazione, è passato da una condanna a 14 anni ad una pena di 17 anni e 8 mesi in continuazione. Riformate leggermente in basso anche le condanne di Natale Cherillo (9 anni e 4 mesi) e Ciro Marcedulo (dai 5 anni in primo grado ai 3 anni e 4 mesi in appello).

Per il resto tutte conferme. Per Salvatore Scarpa, condannato a 8 anni e 8 mesi; Pasquale Gallo e Antonio Bottino a 8 anni ciascuno; 6 anni per Pasquale Cinque e Luigi Gallo (di Pasquale); 5 anni e 4 mesi per Giovanni Cecco e Fernando Nocera; 3 anni di reclusione (in continuazione con altre pene) per Salvatore Musto, Vincenzo Romano e Massimo Giacomelli; infine, 2 anni per Raffaele Cecco, già in primo grado assolto dall’accusa di far parte del cartello criminale.

L’INCHIESTA. Il blitz della Squadra mobile di Napoli scattò a fine ottobre 2013, quando tra Torre Annunziata, Torre del Greco e diversi comuni dell’hinterland vesuviano la polizia arrestò 42 persone legate al clan oplontino dei “Gallo-Cavalieri” e alle cosche degli “Annunziata”, dei “Falanga” e dei “Licciardi” di Secondigliano. Traffico internazionale di stupefacenti, estorsione e associazione mafiosa i reati ipotizzati a vario titolo al processo dalla Dda partenopea. La droga – come ricostruito dalle indagini – viaggiava a bordo di tir, che seguendo itinerari collaudati arrivavano direttamente nella zona di Napoli anche grazie ad appoggi alle dogane. 

L’inchiesta, denominata “Stilo” (dal tipo di auto utilizzata da una delle persone “seguite” dagli investigatori) e condotta tra il 2004 e 2006, portò al sequestro di più di 100 chili di cocaina, 1.200 chili di hashish e circa 2 chili di mdma. Il clan che gestiva l’attività di importazione – secondo l’iniziale tesi accusatoria – era quello dei “Gallo-Cavalieri”, mentre gli altri gruppi criminali agivano prevalentemente come finanziatori delle operazioni di acquisto e rivendita della droga ai pusher della zona.

LE CONDANNE:

Pasquale Scarpa 17 anni e 8 mesi (in continuazione)

Luigi Gallo (di Francesco) 12 anni

Natale Cherillo 9 anni e 4 mesi

Vincenzo Scarpa 10 anni

Salvatore Scarpa 8 anni e 8 mesi

Pasquale Gallo 8 anni

Antonio Bottino 8 anni

Pasquale Cinque 6 anni

Luigi Gallo (di Pasquale) 6 anni

Francesco Giorgio 5 anni

Giovanni Cecco 5 anni e 4 mesi

Fernando Nocera 5 anni e 4 mesi

Ciro Marcedulo 3 anni e 4 mesi

Salvatore Musto 3 anni

Vincenzo Romano 3 anni

Massimo Giacomelli 3 anni

Raffaele Cecco 2 anni

You may be interested

Torre del Greco: prosegue il confronto politico di Forza Italia in città
shares124 views
shares124 views

Torre del Greco: prosegue il confronto politico di Forza Italia in città

Di Redazione - Dic 14, 2017

Il gruppo dirigente Forza Italia di Torre del Greco, dando attuazione alla volontà di voler attivare un tavolo di confronto…

Napoli: rapina e botte nel parcheggio del multisala, arrestato 26enne
shares149 views
shares149 views

Napoli: rapina e botte nel parcheggio del multisala, arrestato 26enne

Di Redazione - Dic 14, 2017

Napoli: rapina e botte nel parcheggio del multisala. Carabinieri arrestano 26enne figlio di personaggio di spicco del rione Sanità. Questa…

Autista bus chiede biglietto a una ragazza, il fidanzato pensa ci stia provando e sfonda la porta a calci
shares139 views
shares139 views

Autista bus chiede biglietto a una ragazza, il fidanzato pensa ci stia provando e sfonda la porta a calci

Di Redazione - Dic 14, 2017

Sant’Antonio Abate: autista del bus chiede biglietto a una ragazza. Il fidanzato capisce male, pensa ci stia provando e sfonda…

Leave a Comment

Your email address will not be published.