02.12.2015 - SEQUESTRO TLE GIUGLIANOI carabinieri della compagnia di Giugliano hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio organizzato per contrastare fenomeni d’illegalità diffusa, arrestando in flagranza di reato Ricci Giovanni, 41enne e Loira Angelo, 27enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine e residenti a Qualiano, responsabili di detenzione a fini di vendita di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. I due sono stati sorpresi in possesso di 6.100 pacchetti di sigarette di varie marche prive del bollino del monopolio di Stato che tenevano nascosti in una cantina di loro proprietà. In un garage attiguo alla cantina sono stati trovati un 48enne e un 25enne della provincia di Benevento. Erano vicino a 2 Smart Two e a svariate parti meccaniche e di carrozzeria appartenenti ad altri veicoli (sportelli, tettucci, motori, lunotti, ruote complete e altro) la cui provenienza è ancora in corso di accertamento. Insieme a Loira Angelo sono ritenuti responsabili di ricettazione. Ricci e Loira sono ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.
Il 45enne di Portici e il 48enne di Giugliano sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.

Arrestato un pregiudicato 45enne di Portici che si è reso responsabile di maltrattamenti in famiglia. L’uomo agli arresti domiciliari presso l’abitazione della cognata 53enne a Villaricca, è stato sorpreso e bloccato dai militari all’interno dell’abitazione in cui era ospite, mentre picchiava la cognata e il figlio 31enne.
Arrestato un algerino 48enne residente a Giugliano che si è reso responsabile di maltrattamenti in famiglia: sorpreso e bloccato all’interno dell’abitazione coniugale mentre ingiuriava e minacciava la moglie coetanea. La signora ha riferito che i maltrattamenti anche nei confronti dei figli minori, andavano avanti da anni.
Arrestato Felaco Domenico, 26enne, residente a Qualiano in via Aldo Moro e già noto alle forze dell’ordine, è stato raggiunto da un ordine di carcerazione in regime domiciliare emesso dalla procura di Napoli nord: dovrà espiare 2 anni, 3 mesi e 7 giorni di reclusione per detenzione e spaccio di stupefacenti accertati a Marano di Napoli nel 2014.