armi torre annunziata 2 armi torre annunziataE’ la scoperta dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata che hanno sequestrato droga e armi sulla traversa Mazzini, area sotto l’influenza del clan camorristico dei “Gionta”. In manette per detenzione di arma da guerra e munizioni, detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e furto aggravato e ricettazione i coniugi Antonio Improta, 53enne e Maria Paduano, 55enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine e contigui al citato clan. Dopo prolungati servizi di osservazione, i militari dell’arma hanno fatto irruzione nella cantina in uso ai coniugi, scoprendo che sul pavimento della stessa era stata ricavata una botola a scorrimento attraverso la quale si accedeva a un locale sottostante. Nel nascondiglio segreto sono stati rinvenuti e sequestrati un fucile d’assalto kalashnikov modificato con il taglio di canna e calciolo, un puntatore laser, 2 caricatori per l’arma da guerra (uno con 30 cartucce) 750 grammi di cocaina, 7,5 kg. di marijuana 1 kg. circa di sostanza da taglio (mannitolo) ma anche della micidiale lidocaina, un bilancino di precisione, una macchina per sottovuoto e sacchetti per il confezionamento. Nel corso della perquisizione è stato inoltre accertato con il supporto di personale dell’Enel che l’abitazione dei coniugi era stata allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica. Gli arrestati sono stati tradotti a Poggioreale e Pozzuoli.

Paduano Maria

Improta Antonio