Festoso pietro Guarino giuseppeAndati in fumo affari della mala per oltre 10 milioni di euro: un duro colpo al traffico di hashish a Napoli e provincia è stato inferto dai carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania che hanno scoperto che un deposito in aperta campagna nel vesuviano era il terminale di un carico di ben 1,6 tonnellate (1.600 chilogrammi) di hashish provenienti dalla Spagna e destinate allo smercio nell’area a nord dell’hinterland campano e, presumibilmente, anche in altre zone della Campania. I militari dell’arma hanno fatto irruzione in un deposito su via De Curtis bloccando: Antonio Crispino, un 34enne di Marano già noto alle forze dell’ordine; Giuseppe Guarino, 38enne, di Villaricca, già noto alle forze dell’ordine; Salvatore Sarracino, 24enne, di Calvizzano, già noto alle forze dell’ordine; Pietro Festoso, 41enne, di Pomigliano d’Arco, già noto alle forze dell’ordine, il proprietario del deposito; Nicolas Navarro Forte, 40enne, spagnolo, autotrasportatore. Sul posto c’era un autoarticolato spagnolo e una Fiat Punto. A seguito di perquisizione nell’autoarticolato sono state rinvenute occultate tra altra merce 2 pedane costituite da 52 pacchi di juta, contenenti in totale 1.595 kg di hashish. Sfumati affari della mala per oltre 10 milioni di euro, tanto si stima che lo smercio al dettaglio della “roba” avrebbe fruttato. Gli arrestati sono stati tradotti a Poggioreale. Navarro Forte Nicolascrispino antonio

Sarracino Salvatore