ercNella mattinata odierna, i carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta di questa Procura della Repubblica VII Sezione, nei confronti di ESPOSITO Salvatore, ritenuto tra i responsabili della rapina commessa a Ercolano il 07.10.2015 ai danni del gioielliere CASTALDO Giuseppe, durante la quale rimasero uccisi, a seguito della reazione armata di quest’ultimo, i rapinatori TEDESCHI Luigi e PETRONE Bruno.
Il provvedimento rappresenta l’ulteriore sviluppo delle indagini che hanno già consentito di individuare e trarre in arresto tutti gli autori della rapina, ovvero CORVO Antonio, ESPOSITO Addolorata e LABAGNARA Ernesto, destinatari di decreto di fermo emesso da quest’ufficio il 10.11.2015 poi convalidato dal Gip con applicazione delle misura cautelare della custodia in carcere.
Le indagini, sviluppate attraverso l’analisi dei sistemi di videosorveglianza presenti nelle aree interessate, l’esame dei tabulati delle utenze trovate in possesso ai rapinatori deceduti e le intercettazioni telefoniche, hanno consentito di accertare e documentare la responsabilità degli indagati, pregiudicati anche per reati specifici, i quali hanno contribuito fattivamente nelle fasi preparatorie della rapina.
ESPOSITO Salvatore, in particolare:
ha accompagnato nei pressi dell’istituto di credito CORVO Antonio che provvedeva a monitorare la parte offesa mentre prelevava la somma contante di 5.000, per poi segnalarne l’uscita agli esecutori materiali della rapina;
ha incontrato i rapinatori TEDESCHI Luigi e PETRONE Bruno, allo scopo di definire gli ultimi dettagli relativi alla rapina;
ha pattugliato la zona circostante la banca, fungendo da “palo mobile”, a bordo di motoveicolo, immediatamente prima del delitto.