carabinieri_45_11_9I carabinieri della stazione Quartiere 167 negli ultimi mesi hanno condotto minuziose indagini e accertamenti per verificare quanti bambini frequentano le lezioni nelle scuole di Scampia e quanti, invece, non hanno nemmeno idea di cosa significhi o, se l`hanno, non ritengono sia importante per la loro formazione e futuro. 67 genitori sono stati denunciati ai sensi dell’art. 731 del codice penale: “inosservanza dell’obbligo dell’istruzione scolastica”: sono responsabili di non aver adempiuto a quello che per un genitore è un obbligo. Gli accertamenti hanno investito 5 istituti secondari di primo grado, tutti a Scampia. Il “conto” è partito dal mese di settembre e i casi di studenti assenti cronicamente sono risultati 41: ragazzini e bambini nati tra il 2000 e il 2009. Sebbene quasi tutti regolarmente iscritti, ben 23 minorenni non si sono mai presentati in aula; i restanti invece hanno riportato assenze per periodi di tempo lunghissimi, senza un valido motivo. Qualcuno ha frequentato per una, due settimane o un mese, ma poi da un giorno all’altro non si è più visto. Gli alunni interessati provengono dalla zona e in pochissimi casi anche dai Comuni limitrofi di S.Antimo e Melito. I casi più tristi riguardano alcune famiglie abitanti nelle “vele” e nel campo rom di Secondigliano, che sono arrivate a non mandare a scuola fino a 4 figli.