A un anno dalla tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova, il 14 agosto 2018, l’Italia intera si ferma per ricordare le 43 vittime innocenti. Alle 10, a Genova, si terrà una messa in ricordo di tutti coloro che hanno perso la vita. Alla celebrazione non parteciperanno i familiari dei quattro giovani torresi Giovani BATTILORO, Matteo BERTONATI, Gerardo ESPOSITO e Antonio STANZIONE, che hanno preferito ricordare i propri cari nella propria città e, così come avvenuto per le esequie dello scorso anno, disertare la manifestazione a Genova e le annesse “passerelle politiche”, spiega il padre di Battiloro su Facebook.

Diverse le iniziative anche a Torre del Greco organizzate dagli amici dei quattro angeli torresi e dall’amministrazione comunale. Oggi bandiere a mezz’asta in tutta la città e l’invito ad osservare un minuto di silenzio sui luoghi di lavoro, dalle 11.36 alle 11.37, orario in cui è avvenuta la tragedia. Anche l’Ascom ha aderito all’iniziativa sostenuta dal sindaco Giovanni Palomba, che ha invitato le diciassette parrocchie cittadine a far suonare le proprie campane in contemporanea nel corso del minuto di silenzio.

Nel pomeriggio, a Palazzo Baronale e poi a piazza Santa Croce, verrà esposta l’opera realizzata in onore dei quattro ragazzi da PEM ART e raffigurante i loro volti. Alle 19, infine, una messa in ricordo delle vittime nella chiesa del Sacro Cuore, a Cappella Bianchini, presieduta dal parroco don Giuseppe Sorrentino.