Ancora caos rifiuti. Situazione limite nell’ecopunto Litoranea, a viale Sardegna discarica abusiva – VIDEO

165
  • Faiella
  • Lavela
  • tvcity promo
  • un click per il sarno
  • Santa Maria la bruna
  • serigraph
  • Miramare

La crisi Nu diventa terreno di scontro politico a livello regionale.

Oggi il Movimento 5 Stelle in aula ha chiesto una seduta monotematica sull’emergenza ma nessuno in consiglio regionale ha sostenuto la richiesta dei pentastellati. “L’emergenza già in queste settimane sta caratterizzando la città di Napoli e che tra due mesi con lo stop annunciato da anni dell’inceneritore di Acerra travolgerà l’intero territorio regionale”, le parole della capogruppo Muscarà che ha accusato anche il centrodestra di essere “complice di De Luca” non avendo appoggiato i 5 Stelle nel pressing per chiedere un confronto monotematico in aula. 

Questa mattina le nostre telecamere hanno documentato le condizioni nell’ecopunto della zona litoranea a Torre del Greco. Una situazione limite per l’isola ecologica ormai diventata una discarica a cielo aperto. 

La distesa di rifiuti è impressionante. I cattivi odori hanno invaso la zona del parcheggio. Tra sacchetti dei vari tipi di rifiuti ormai tutti mescolati e ingombranti l’ecopunto è in condizioni allarmanti. 

Spostandosi lungo la nazionale ci siamo fermati nell’ex ecopunto di viale Sardegna. Ufficialmente smantellato e interdetto lo scorso 7 giugno con l’eliminazione degli scarrabili, in realtà continua ad essere teatro di abbandono di rifiuti. Di fatto l’area è diventata una discarica abusiva

 

Cassoni pieni nella zona Sant’Antonio – via San Gennariello – dove evidentemente qualche prelievo è stato effettuato nelle scorse ore. 

Nel centro cittadino ieri abbiamo effettuato un sopralluogo a via Cimaglia. Abbastanza critiche le condizioni dell’ecopunto.

Nel video le interviste