images carabinieriI carabinieri della locale tenenza hanno arrestato Renato Russo, 48 anni e il nipote Domenico Russo, 29 anni, entrambi del luogo e già noti alle forze dell’ordine, destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli per rapina in concorso e violazione agli obblighi della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.
Le indagini svolte dai militari dell’Arma dopo l’arresto di Teresa Credendino, 56 anni, residente a Casavatore, avvenuto ad Arzano nel dicembre 2012 per ricettazione di auto rubate, coordinate dalla Procura di Napoli, hanno accertato il coinvolgimento dei due nella rapina di un Fiat Qubo avvenuto il 16 febbraio 2013, con l’aggravante per Renato Russo di aver compiuto il fatto nel mentre era sottoposto alla sorveglianza speciale.
Gli arrestati sono stati associati al carcere di Poggioreale.