Attacchi social al sindaco di Castellammare per l’allerta meteo di ieri, Cimmino rilancia sui social l’audio di una mamma arrabbiata: “Venga nei miei uffici, le spiegherò perché ho deciso di chiudere le scuole”.

Ecco il post del sindaco Gaetano Cimmino:

“L’audio registrato da una nostra concittadina, evidentemente arrabbiata per la chiusura delle scuole,  è diventato virale sul web, sui social, sui servizi di messaggistica. Così come altre immagini che in queste ore continuano a circolare.

Nella serata di ieri poi, quando ha ricominciato a piovere, le nostre caselle di posta e i social sono stati presi nuovamente d’assalto. La richiesta era sempre la stessa: “Sindaco, chiuda le scuole”. Certo, gli studenti stabiesi hanno utilizzato maniere più “colorite” per “indurmi” a tale decisione, ma il senso era quello.

Sono certo che questo accadrà ad ogni maltempo, ad ogni allerta meteo diramata dalla protezione civile (l’unica deputata a diramare le allerte, è sempre bene ricordarlo), ogni volta che un Comune a noi vicino deciderà di chiudere le scuole. La questione principale, come ho avuto modo di affermare nel corso di un’intervista a Radio Marte, sta nel fatto che i protocolli e la trafila sono completamente da rivedere. Indicazioni precise e uniformi per i territori dovrebbero provenire dal Governo centrale.

In attesa che la discussione si sposti nelle sedi opportune, voglio ricordare a tutti i miei concittadini che ogni decisione presa dall’amministrazione è frutto di approfondimento, confronto ed analisi degli uffici competenti, che ogni città è morfologicamente differente dall’altra, che i rischi non devono mai essere sottovalutati.

La responsabilità dell’albero o della pietra che cade sulla testa dello studente non è “solamente” del genitore più o meno coscienzioso in caso di forte maltempo, come invece lasciava intendere la mamma adirata perché avevo firmato l’ordinanza.

La signora, comunque, è ufficialmente invitata presso i miei uffici a Palazzo Farnese: sarò lieto di spiegarle perché ho deciso di chiudere le scuole martedì scorso. Sono certo che in quel momento splenderà il sole”.