comune-ercolano-300x225Entro pochi giorni verrà pubblicato dal Comune di Ercolano un bando pubblico per raccogliere le manifestazioni d’interesse per l’organizzazione di una rassegna di cinema all’aperto da tenersi nel periodo compreso tra luglio e settembre all’interno del Parco del Miglio d’Oro su corso Resina. I soggetti interessati avranno la possibilità di allestire nel lato inferiore del Parco una platea dalla capienza massima di 700 posti a sedere a pochi passi dall’area di parcheggio gratuito di Villa Favorita.

«Nell’ambito delle iniziative in programma per la stagione estiva, abbiamo dato il via all’iter per l’organizzazione di una rassegna cinematografica da tenere in una location esclusiva, al centro del Miglio d’Oro e con la possibilità di parcheggio gratuito nelle vicinanze del luogo delle proiezioni. Questo progetto rappresenterebbe un’ottima occasione per ampliare l’offerta culturale estiva in città e mi auguro che possa attirare l’interesse delle imprese che operano nel settore delle proiezioni cinematografiche», così il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.   

«Stiamo facendo il possibile per portare a Ercolano una rassegna di cinema all’aperto che preveda almeno cinquanta serate tra luglio e settembre – dice l’assessore al Turismo Ivana Di Stasio -. Su un territorio che quest’anno sta fornendo riscontri positivi per numero di visitatori, come testimoniano gli ultimi dati sugli ingressi di Scavi e Gran Cono del Vesuvio, offriamo una struttura all’aperto a pochi metri da alcune delle più importanti Ville Vesuviane, che fungerebbero da straordinari elementi di contorno alle proiezioni. A breve verrà pubblicato il bando che fisserà tutti i dettagli tecnici e nel quale verranno definiti i prezzi dei ticket d’ingresso e la possibilità di acquisto di tessere ed abbonamenti. Ci stiamo muovendo in netto anticipo rispetto alla maggioranza delle altre città che ospitano rassegne cinematografiche estive: è una testimonianza dell’impegno e della programmazione che stiamo mettendo in campo per incrementare l’offerta culturale in città e ci auguriamo che questo segnale venga recepito dalle imprese che operano nel settore».