E’ stato convocato alle 19.30 di giovedì 28 febbraio il consiglio comunale a Torre del Greco (seconda convocazione alle 19.30 di venerdì 1 marzo).

All’ordine del giorno il bilancio di previsione 2019/2012, il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, l’approvazione delle tariffe Tari anno 2019. In aula anche il documento unico di programmazione 2019/2021 e il programma biennale per gli acquisti di forniture e servizi.

Attenzione ai bisogni dei cittadini, manutenzioni ordinarie e straordinarie, assunzione di 22 unità di personale alcuni degli elementi inseriti nello schema di bilancio approvato in giunta e che dovrà ora passare al vaglio del consiglio.

Il piano economico-finanziario per la determinazione delle tariffe Tari prevede un costo complessivo del servizio 13 milioni e mezzo di euro da coprire con il gettito della Tari, quindi con la tassa pagata dai cittadini torresi. Per l’anno 2019 la quantità di rifiuti stimati è di oltre 40mila tonnellateCosì – relativamente alla quota fissa – se un nucleo familiare composto da due persone nel 2018 pagava una tariffa di 0,762 centesimi al metro quadro, nel 2019 il costo a metro quadro previsto è di 1,011 euro. Per una famiglia di 5 persone si passa dallo 0,892 del 2018 all’1,183 del 2019. Mentre per la parte variabile si prevede una riduzione. 

Un aumento che arriva proprio nel bel mezzo della crisi rifiuti con ecopunti sempre in sofferenza e strade sporche e una percentuale di raccolta differenziata ai minimi storici.