Il sottopasso della stazione Leopardi ancora una volta sotto accusa per la sicurezza. Il sub-commissario straordinario Zaira Romano ha ordinato al direttore generale dell’Eav di “eseguire ad horas tutte le opere di assicurazione per scongiurare lo stato di pericolo rilevato al sottopasso di via Del Santuario previo opportuni accertamenti tecnici e strumentali necessari”.

Il provvedimento si è reso necessario a seguito al distacco di alcuni pezzi di intonaco. Una situazione di dissesto che crea una stato di “pericolo per la pubblica e la privata incolumità”. Il cedimento è avvenuto la scorsa settimana quando una pioggia di calcinacci ha invaso la strada sempre molto trafficata che collega via Nazionale e via nuova Trecase. La relazione tecnica ha rilevato “il distacco dell’intonaco dal frontalino lato Vesuvio del sottopasso Eav”. Dallo stesso lato si è rilevata la presenza di “erbacce che hanno provocato il rigonfiamento della restante parte dell’intonaco pericolante che è stata rimossa”.  Ancora: “Si è rilevato che l’intonaco della volta si presenta in pessime condizioni statiche e pericolanti”. Il sottopasso di Leopardi, insomma, va messo in sicurezza e subito. Nell’atto firmato dal sub-commissario si ordina all’Ente Autonomo Volturno di eseguire gli interventi per scongiurare lo stato di pericolo e di dare comunicazione al Comune e al comando di polizia municipale dell’avvenuta messa in sicurezza attraverso un apposito certificato”.