Caos mensa, slitta tutto dopo il 19 febbraio. Ironia social: “Ma quando accomMENSA?”

300

“Salta l’inizio della mensa scolastica. Ma quando accomMensa?”. Sta circolando sui social il messaggio del Movimento 5 Stelle di Torre del Greco che ha puntato il dito contro l’amministrazione comunale per i ritardi sulla refezione scolastica. Secondo i portavoce in consiglio comunale “ancora una volta l’amministrazione Palomba si contraddistingue per il “ NON FAR NULLA”. I servizi minimi essenziali di una città come la gestione dei rifiuti, asili nido, supporto alle gravi disabilità non vengono gestiti e garantiti”. Nell’immagine che sta circolando una bimba che piange davanti a un piatto tristemente vuoto.

Nella giornata di ieri il dirigente del settore ha diramato una nota in cui ha comunicato  il rinvio dell’udienza dinnanzi al Tar al prossimo 19 febbraio e di conseguenza l’opportunità di rinviare l’avvio della refezione in attesa della decisione del tribunale amministrativo sul ricorso presentato dalla Sirio: “Il Tar Campania nella seduta del 5 febbraio considerato gli ulteriori motivi aggiunti di ricorso prodotti dalla ditta Sirio srl a fondamento della richiesta di sospensione dell’affidamento alla ditta Sa.gi.fi. spa del servizio di refezione scolastica, ha rinviato ogni decisione in merito al giudizio pendente all’udienza del 19/2. Per quando sopra si ritiene opportuno subordinare l’inizio del predetto servizio all’esito della prevista prossima decisione del Tar Campania”.

refezione

“Ancora una volta i cittadini ne pagano le spese, la mensa è ferma, ferma da 6 mesi, su date presunte, mancate partenze e incapacità tecniche”, l’affondo di Vincenzo Salerno e Santa Borriello, “la somma è sempre la stessa, zero servizi per i cittadini con il danno dell’anticipo di cassa degli stessi.  Assistiamo solo a continue e inutili dispute di potere sulla pelle delle famiglie, anche di decine di lavoratori che sono illusi da continue promesse di riprese a discapito del loro benessere economico e mentale. Fuori dal comune e fuori i nomi dei responsabili!”.

Questa mattina un gruppo di mamme ha deciso di presentarsi a Palazzo La Salle per chiedere il rimborso dei ticket mensa già pagati. A loro sono stati consegnati degli appositi moduli dai dipendenti comunali. Le mamme non hanno voluto rilasciare dichiarazioni alla stampa.

Sul tema rifiuti – altra spina per Torre del Greco – è arrivata nei giorni scorsi anche la richiesta di incontro del coordinamento cittadino di Alleanza Solidale “al fine di verificare in modo adeguato, la situazione relativa all’igiene urbana”. Una richiesta nata da due circostanza: “L’assenza di un assessore di riferimento sommata alla mancanza più totale di qualsiasi notizia pubblica relativa al nuovo piano industriale votato dal consiglio comunale di Torre del Greco, e la completa disinformazione in merito all’affidamento temporaneo che era stato previsto nelle more della gara europea”.

Il dibattito politico viaggia sempre più sui social. L’ex assessore Luigi Mele ha pungolato la maggioranza: “Sindaco, consiglieri ed assessori continuano a litigare per le poltrone mettendo in secondo piano la risoluzione dei problemi di Torre del Greco. Questo è quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale, dove il cambio della parte del regolamento per inserire la sfiducia al presidente non è stato approvato. Le crepe in maggioranza iniziano ad essere evidenti”.