Caos rifiuti a Torre del Greco, il M5S scrive all’Asl: “Ispezioni negli ecopunti”

267

Caos rifiuti a Torre del Greco, il M5S scrive all’ Asl: “Ispezioni negli ecopunti”

Mentre si attendono le decisioni del comune in merito alla mini-gara indetta per sostituire il consorzio Gema e affidate il servizio Nu in via provvisoria, la situazione rifiuti a Torre del Greco continua a preoccupare.
L’eventuale affidamento temporaneo del servizio rifiuti dovrebbe essere deciso a strettissimo giro. All’appello partito da Palazzo Baronale ha risposto una sola ditta tra quelle interpellate, ma al contempo altre cinque aziende operanti nel settore non formalmente invitate hanno manifestato la loro disponibilità ad effettuare il servizio in attesa del nuovo bando di gara per il porta a porta. Una circostanza che ha allungato i tempi con gli uffici comunali all’opera per verificare i requisiti delle ditte per procedere poi alla scelta.
Nel frattempo, continua la sofferenza di ecopunti e strade e il pressing dell’opposizione sulla crisi rifiuti. Dai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Vincenzo Salerno e Santa Borriello, è partita una richiesta all’ Asl Na 3 Sud “di verifica mediante sopralluogo delle condizioni igieniche e sanitarie del Comune di Torre del Greco, in relazione agli eco-punti cittadini ed ai punti di prossimità dove sono allocati rifiuti domestici e commerciali”.
I consiglieri 5 stelle nello specifico hanno richiesto all’Azienda Sanitaria Locale “le verifiche che sono state e che verranno intraprese dall’Asl presso i singoli ecopunti e i singoli punti di prossimità al fine di controllare l’eventuale rischio per la salute pubblica”.

Salerno e Borriello hanno chiesto inoltre di conoscere “quali anomalie, rispetto alla norma, siano risultate dalle verifiche effettuate.”