Il Tar accoglie parzialmente il ricorso della società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Torre del Greco: secondo i giudici del tribunale amministrativo, è legittima la decisione del Comune di revocare l’appalto a Gema ma non può imporre a quest’ultima di garantire il servizio per altri sei mesi alla stesse condizioni economiche. Una sentenza che non dovrebbe avere ripercussioni sull’attuale organizzazione: la Gema potrebbe decidere di rimanere, come chiesto dall’Ente,  fino all’entrata in vigore del nuovo piano industriale che introduce la raccolta porta-a-porta, rivedendo però i costi per le prestazioni che offre quotidianamente.

“Prendo atto”, dice l’assessore all’Igiene Ambientale, Pietro De Rosa, “di quanto stabilito dal Tribunale amministrativo regionale che non obietta la revoca del servizio alla Gema, né la proroga di sei mesi, ma i patti e le condizioni. Bisognerà, adesso, valutare con i legali in maniera attenta e approfondita quanto deciso dal Tar”.

Mariella Romano