Uno squalo spiaggiato tra gli scogli della Scala, al confine tra i comuni di Ercolano e Torre del Greco, è stato segnalato nella tarda mattinata da un privato cittadino alla Sala operativa della Capitaneria di Porto di Torre del Greco. Sul posto sono subito intervenuti i militari della Guardia Costiera che hanno messo in sicurezza l’area. Intervenuto il medico veterinario reperibile della ASL Napoli 3 Sud ha constatato che l’esemplare, appartenente all’ordine degli squaliformi, della lunghezza di 2,00 mt. e del peso di 100 Kg circa, era morto da alcuni giorni e pertanto è stato disposto il conferimento dello stesso all’istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici, ai fini della classificazione scientifica e dell’esame autoptico e tossicologico, per il tramite della ditta convenzionata alla rimozione.
La rimozione dell’esemplare tra la scogliera, particolarmente difficoltosa anche a causa delle avverse condizioni meteomarine in atto, è stata resa possibile grazie alla collaborazione, a titolo gratuito, dei volontari del Centro Subacqueo Sant’Erasmo di Napoli, prontamente accorsi in supporto dei militari della Guardia Costiera.
Il personale del Compartimento Marittimo di Torre del Greco, sotto il più ampio coordinamento della Direzione Marittima della Campania, opera costantemente in mare, nella tutela delle specie protette e non, quali cetacei, tartarughe e squali, a rischio di estinzione.
E’ pertanto molto importante che chiunque si imbatta in una situazione di potenziale pericolo di inquinamento del mare o rinvenga un animale ferito, in difficoltà o spiaggiato, contatti immediatamente la Guardia Costiera al numero blu 1530.