Si è conclusa ieri la seconda edizione del progetto di alternanza scuola-lavoro “IDEAzione ‐ GIOVANI CORRENTI INNOV@TIVE PER CREARE VALORE, un percorso didattico e formativo promosso dal Gruppo Acea in collaborazione con CONSEL- Consorzio Elis, e al quale GORI ha aderito anche quest’anno. L’iniziativa, che ha interessato 11 istituti tecnico – professionali di Lazio, Toscana, Umbria e Campania, al fine di avvicinare le nuove generazioni al tema della sostenibilità e del risparmio energetico, è terminata con la premiazione, alla presenza dell’Ad di Acea Stefano Donnarumma, di tre idee, una per ciascuna delle aree in cui opera la multiutility: ambiente, acqua ed energia. In particolare, per la sezione ambiente, il premio è stato conseguito dagli studenti dell’ITI Renato D’Elia di Castellammare di Stabia, coadiuvati dai “maestri di mestiere” Ciro Bianchi, responsabile Telecontrollo ed Energy Management di GORI, Antonio Cozzolino, responsabile Impianti e Adduzione e il tecnico impianti, Pasquale Carrano, che hanno affiancato i giovani studenti durante la fase di sviluppo e realizzazione del prototipo. L’idea dell’istituto stabiese ha entusiasmato la giuria di esperti del Gruppo Acea, per essere riuscita a conciliare il momento della corretta differenziazione dei rifiuti a quello del riciclo. Più in dettaglio, è stato presentato un sistema efficiente di raccolta e avvio al riciclo, consistente in un cassonetto munito di sportello che consente di pesare, analizzare e stoccare i rifiuti. Se la differenziazione è stata correttamente eseguita, su un badge vengono automaticamente caricati dei crediti che possono essere convertiti in servizi.  Le scuole vincitrici hanno ricevuto un premio in denaro e i team delle classi quarte, che hanno conquistato l’apprezzamento della giuria, parteciperanno al Summer Camp Acea in programma a luglio.