Celebrazioni leopardiane, a Villa delle Ginestre il prossimo week end la XIV edizione

56
  • tvcity promo
  • serigraph
  • Faiella
  • Miramare
  • Santa Maria la bruna
  • un click per il sarno
  • Lavela

Torre del Greco si prepara alle celebrazioni leopardiane. 

Arrivate alla XIV edizione sono un evento promosso dalla Fondazione Ente Ville Vesuviane per commemorare nel mese di giugno la figura del poeta recanatese che ha lasciato un’impronta fortissima nel panorama culturale mondiale. Leopardi, nel suo soggiorno napoletano fu ospitato a Torre del Greco in Villa Ferrigni – Carafa, oggi da tutti conosciuta come Villa delle Ginestre, dove scrisse l’omonimo canto, da molti considerato come il suo testamento letterario.

Il programma delle celebrazioni prenderà il via sabato 29 giugno – giorno della nascita del poeta. Dalle 10 alle 13 visite

visite guidate in Villa curate dalla Fondazione Ente per le Ville Vesuviane. Alle 11.30 citazioni leopardiane a tavola con

“Pasquale Ignarra il cuoco rivoluzionario”. Racconti del maestro Antonello Aprea e Maria Pacilio con degustazioni guidate dei piatti leopardiani a cura dello chef Ciro De Palma. Alle 19 invece sarà la volta dell’incontro con Davide Rondoni poeta e autore del libro: “E come il vento. L’Infinito, lo strano bacio del poeta al mondo”. Lo scrittore racconterà il suo viaggio ne L’Infinito leopardiano a duecento anni dalla sua scrittura. Alle 21 concerto nel teatro di verzura “Parthenoplay” – 

Marina Bruno voce, Javier Girotto soprano sax, Gianfranco Campagnoli tromba e flicorno, Pasquale Bardaro vibrafono e percussioni, Peppe La Pusata batteria, Giuseppe Di Capua piano, Tommaso Scannapieco contrabbasso. Domenica 30 giugno visite guidate fino alle 13. 

Alle 11.30 incontro con il prof. Massimo Ricciardi autore del libro: “Qui cucino io…” con degustazioni curate dal prof. Ricciardi realizzate in collaborazione con lo chef

Ciro De Palma. Per info è a disposizione l’ufficio eventi della Fondazione Ente Ville Vesuviane. I biglietti di ingresso vanno da 5 a 10 euro.