CarabinieriI carabinieri della locale tenenza hanno arrestato per sequestro di persona, tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale un 30enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla PG.
I militari dell’arma sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo, a seguito di una segnalazione al 112 di un violento litigio tra l’uomo e la sua compagna, una 28enne del luogo. Sul posto i carabinieri hanno accertato che il 30enne, allontanatosi, aveva chiuso a chiave la compagna in casa insieme ai loro figli di 5 e 3 anni. Necessario l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco di Napoli – Ponticelli per aprire la porta. Sul posto è poi ritornato l’uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta all’assunzione di stupefacenti, ha minacciato la compagna e i carabinieri presenti che l’hanno bloccato dopo accesa colluttazione. Con successive verifiche i militari hanno accertato che la donna, al culmine di una lite per denaro, era stata picchiata a calci e pugni dal convivente e minacciata di morte per farsi consegnare denaro per acquistare stupefacenti.
L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.