documenti falsi Cimitile

Carabinieri arrestano un 53enne fermato a un posto di blocco. In auto e a casa aveva documenti falsi e contraffatti di ogni tipo.
I carabinieri della stazione di Cimitile, insieme a colleghi dell’Aliquota Radiomobile di Nola, hanno arrestato Giuseppe di Palma, un 53enne di Nola già noto alle forze dell’ordine.
L’uomo è stato fermato a un posto di controllo su via Nazionale delle Puglie, mentre vi transitava alla guida di una Fiat 500.
Insospettiti dal suo atteggiamento, i militari dell’Arma lo hanno sottoposto a perquisizioni, personale e del veicolo, rinvenendo e sequestrando tre carte d’identità contraffatte con l’apposizione della sua foto e dati anagrafici differenti, tre tessere sanitarie contraffatte, sette assegni emessi per l’importo complessivo di 3.500 euro a suo favore, cinque tessere Baancomat e una Postamat, due passamontagna, un coltello lungo 22 cm, tre telefonini e un tablet.
La perquisizione è stata quindi estesa alla sua abitazione, nella quale sono stati rinvenuti numerosi documenti (buste paga, cud, fotocopie di carte d’identità e altro) intestati a diversi soggetti.
Ma c’erano anche fototessera che lo ritraevano con il berretto della polizia penitenziaria, e, ancora, un fucile calibro 12 regolarmente detenuto e denunciato e che ora è stato sequestrato amministrativamente.
L’arrestato è in attesa di rito direttissimo.