Con un post su Facebook l’EAV ha annunciato una riduzione del servizio su ferro nelle linee vesuviane al via domani, 3 aprile, e che continuerà ad oltranza.

Sarà sospeso, fino a nuovo avviso, il servizio ferroviario sulle tratte:

Sarno – Poggiomarino
Torre Annunziata – Poggiomarino (via Scafati)
Pomigliano – Acerra
Napoli – San Giorgio a Cremano (via Centro Direzionale).

Sulle tratte Poggiomarino/Torre Annunziata e Poggiomarino/Sarno saranno istituiti servizi sostitutivi con autobus della ditta AM “Autoservizi Meridionali”.
Per la tratta Pomigliano D’Arco/Acerra il servizio navetta sarà operato con autobus EAV.

Sulla linea Napoli – San Giorgio via C. Direzionale non è previsto servizio sostitutivo.

Non si è raggiunto quindi un accordo tra le sigle sindacali e la dirigenza EAV. Secondo quanto dichiarato dal presidente Umberto De Gregorio, i lavoratori chiedevano un aumento di stipendio mensile medio tra i 300 e i 350 euro, con l’azienda disposta ad aumenti fino ai 150 euro mensili.

Una protesta che ricade inevitabilmente sulle centinaia di pendolari e turisti che quotidianamente usufruiscono della linea ex Circumvesuviana, e che al momento pare continuerà a lungo.