L’11 luglio la Guardia Costiera di Portici, coordinata dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco, congiuntamente al personale del Comando Compagnia Guardia di Finanza di Portici, nell’ambito della costante attività di vigilanza e controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e alla repressione degli illeciti di natura ambientale, hanno condotto controlli congiunti nel Comune di San Giorgio a Cremano.

L’attività ha consentito di accertare la presenza di due opifici completamente abusivi. Infatti, dalle verifiche effettuate è emerso che un’attività di autocarrozzeria e una di falegnameria erano completamente prive delle previste autorizzazioni rilasciate in materia ambientale e necessarie per l’immissione in atmosfera ed in fogna dei reflui industriali prodotti.

I due titolari delle attività sono stati pertanto deferiti all’Autorità Giudiziaria di Napoli, ed i locali ove erano svolte illecitamente le attività sono stati posti sotto sequestro con tutte le attrezzature utilizzate ed i rifiuti prodotti dall’attività illecita, in quanto non smaltiti regolarmente.

Inoltre, le predette attività sono risultate completamente disconosciute al fisco e pertanto saranno anche sanzionate in via amministrativa.

Durante l’attività il personale inquirente ha inoltre accertato che un imprenditore operante nel campo dell’edilizia aveva depositato circa 10 mc di rifiuti speciali prodotti dall’attività di demolizione edile, senza le previste autorizzazione ambientali e senza la documentazione necessaria a consentirne la tracciabilità. Il soggetto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per la gestione illecita di rifiuti ed i rifiuti ivi rinvenuti sono stati posti sotto sequestro.

Il successo dell’operazione è da ricondursi alla proficua sinergia ed intesa instaurata tra i Comandi deputati alla vigilanza sul territorio, votati al contrasto degli abusi a danno della salute dei cittadini e dell’ambiente.