Da un lato gli incivili, dall’altro i volontari. Pasquetta tra luci e ombre: “Evento ad hoc nei prossimi giorni per eliminare i residui”

48
  • Lavela
  • Faiella
  • tvcity promo
  • Miramare
  • bcp
  • un click per il sarno
  • Santa Maria la bruna
  • serigraph

Rabbia, schifo e dolore. Il sindaco di Ercolano ha commentato con parole dure lo scenario post-Pasquetta lungo i sentieri del Vesuvio: “Nonostante le campagne di sensibilizzazione e i controlli di volontari e forze dell’ordine, c’è ancora gente che in una giornata di festa se ne fotte del prossimo e dell’ambiente che ci circonda”.

Incivili a Pasquetta, l’associazione Primaurora: “Il percorso è ancora lungo, ma siamo sulla strada giusta”

Ma per fortuna ci sono anche tantissimi volontari a cui l’ambiente sta a cuore. Sul serio. E che ieri sono stati impegnati in attività di prevenzione, sorveglianza e pulizia nelle pinete scelte per il pic-nic di Pasquetta.  “Una giornata di luci e ombre”, insomma come è stata definita dalla Rete Difesa Vesuvio. In campo insieme ai volontari anche i carabinieri forestali che hanno anche fatto scattare diverse sanzioni. Non sono mancati i barbecue selvaggi, imballaggi in plastica, motorini che sfrecciavano tra gli alberi.

Incivili a Pasquetta, la Rete Difesa Vesuvio: “Bicchiere mezzo pieno. Mai avvilirsi di fronte allo scempio”

Come volontari della Rete abbiamo vigilato le pinete offrendo sacconi di plastica ed indicando le buone pratiche da seguire”, hanno tracciato un bilancio evidenziando anche di aver fatto da traino alle autorità locali, “il risultato è stato quello del bicchiere mezzo pieno, ovvero di una forza dell’ordine presente e vicina ai volontari, di una riduzione delle zone critiche e questo nonostante il tanto rifiuto lasciato e che ci riserveremo di prelevare nelle prossime settimane con un evento ad hoc ed infine la constatazione di una coscienza ambientale che incomincia a diffondersi anche tra le giovani generazioni”.

Incivili a Pasquetta, il presidente dell’Ente Parco: “Questi imbecilli non ci fermeranno”

Anche il presidente dell’Ente Parco è intervenuto in merito al fenomeno: “Questi sparuti gruppetti di incivili non devono infangare il lavoro di tutti gli operatori che in questo week end di Pasqua hanno accolto in maniera professionale e calorosa le decine di migliaia di turisti che in maniera rispettosa e disciplinata hanno goduto del nostro territorio. Quattro imbecilli non ci fermeranno!”.

Lo scempio nelle pinete nell’Earth Day. Volontari in campo a Pasquetta