Deiulemar, il 17 maggio si decideranno le sorti degli armatori. Udienza in Cassazione

1019

E’ stata fissata la data che segnerà la fine della vicenda giudiziaria penale che ha coinvolto gli armatori della Deiulemar compagnia di navigazione.

L’udienza alla Suprema Corte di Cassazione per il procedimento penale legato al fallimento della società armatoriale di Torre del Greco, il cui crac ha messo in ginocchio migliaia di famiglie di risparmiatori, si svolgerà il prossimo 17 maggio.

A sette anni dal fallimento da oltre 700 milioni di euro, si arriverà così all’ultimo atto del processo penale che interessa cinque armatori.

Nel 2012 lo choc con la scoperta dei bond cartastraccia emessi dalla Deiulemar e in cui avevano investito oltre 13 mila famiglie. Da allora la trafila giudiziaria che si muove su più fronti. Nel 2017 il processo di secondo grado che portò a una riduzione delle pene per gli armatori.

Ad attendere le decisioni della Suprema Corte di Cassazione ci sono Angelo, Pasquale e Micaela Della Gatta, Giovanna Iuliano e Giuseppe Lembo.

In appello per Pasquale e Angelo Della Gatta la condanna è stata di 11 anni e 8 mesi. Per la sorella 5 anni e 4 mesi, così come per Giovanna Iuliano. Per Giuseppe Lembo la condanna più dura. A 13 anni di reclusione. Tutti avevano deciso di ricorrere in Cassazione. I Supremi Giudici il 17 maggio decideranno così le loro sorti.