• Santa Maria la bruna
  • Miramare
  • Lavela
  • Faiella
  • serigraph
  • tvcity promo
  • un click per il sarno

23.03.2015 CC IschiaSi esercitava al tiro con fucile ad aria compressa uccidendo uccellini. Denunciato dai carabinieri. 
I militari di Ischia stamattina hanno denunciato a p.l. g.p., 50enne, ischitano, perchè ritenuto responsabile di detenzione di fauna protetta, uccellagione, maltrattamento di animali e uso di mezzi di caccia non consentiti.
I carabinieri hanno perquisito la casa dell’uomo rinvenendo una carabina ad aria compressa calibro 4.5 con binocolo di precisione, mannaie, pacchi di piombini tipo dardo, gabbie con trappole. Nel frigorifero domestico un macabro rinvenimento: una settantina di uccelli morti tra cui pettirosso, merli, saltimpalo, allodole, codirosso, occhiocotto, verzellino e balia. Grazie all’intervento dei veterinari, i militari hanno ricostruito che gli animali morti avevano lesioni compatibili con i pallini della carabina. A casa del 50enne i militari hanno trovato anche gabbie con uccelli vivi: cardellini, pettirossi e merli. Inoltre in un locale dell’abitazione rinvenuti anche 44 kg di cavi di rame e fili elettrici, per cui è scattata anche la denuncia per ricettazione di rame. Gli animali vivi sono stati affidati all’enpa (Ente nazionale protezione animali). Da una prima ricostruzione e dalle informazioni acquisite pare l’uomo catturasse i volatili per poi liberarli e ucciderli esercitandosi al tiro con la sua carabina.