Disagi all’ospedale Maresca, ridotti i posti letto di Chirurgia e guasto al mammografo

200

Un’estate di disagi all’ospedale Maresca di Torre del Greco. Ridotti i posti letto nel reparto di Chirurgia, al secondo piano del nuovo padiglione. Una scelta drastica dovuta alla carenza di personale infermieristico tra pensionamenti e ferie estive. Una riduzione che inevitabilmente ricade sui ricoveri e sugli accessi alla struttura di via Montedoro, già penalizzata negli anni da tagli di reparti e servizi. Dal 1 luglio il reparto di Chirurgia lavora già in affanno con un’unità medica in meno. Una situazione che rende difficile la copertura per le 24 ore, costringendo i camici bianchi a turni massacranti per non sospendere le prestazioni sanitarie. E per il periodo estivo disposto anche il blocco degli interventi d’elezione che riprenderanno a settembre. Disagi inevitabili per operatori ed utenti, spesso costretti a spostarsi da una struttura ad un’altra per essere curati o a rivolgersi al privato. Criticità anche in Radiologia per il guasto del mammografo che ha costretto il personale a sospendere anticipatamente il servizio di screening gratuito per le donne che da anni seguono il programma di prevenzione promosso dall’Asl.
Un ospedale che lavora dunque sempre in affanno con il personale ridotto all’osso per le ferie estive in vista dei piani rilancio tanto sbandierati, ma che nei fatti al momento non trovano alcun riscontro.
Non si ferma la battaglia dell’associazione pro Maresca che nei giorni scorsi è stata ricevuta a Roma alla commissione Affari Sociali e al Ministero della Salute.