Napoli, Barra: ditta stoccava illecitamente solventi per pulire ambienti e attrezzature sanitari, oli e grassi alimentari. Carabinieri denunciano amministratore.

I carabinieri del n.o.e. hanno effettuato verifiche in una ditta di Napoli operante nel campo del trasporto e dello stoccaggio di rifiuti denunciando per gestione illecita di rifiuti l’amministratore unico, un 73enne di Napoli.

Nella sede della ditta sono stati sottoposti a sequestro 500 litri di oli e grassi, scarti dell’industria alimentare, che l’azienda poteva solo trasportare, non stoccare.

Sequestrati anche 29 grandi sacchi di nylon contenenti circa 8 tonnellate di carte e pellicole fotografiche costituite anche da argento o composti dell’argento: erano stoccate in un capannone adiacente a quello principale, non coperto dall’autorizzazione allo stoccaggio.

Sequestrate in quel locale anche 13 taniche contenenti 325 litri di solventi provenienti dalla pulizia di ambienti e attrezzature sanitarie, sostanze quindi spesso venute in contatto con sostanza ematica.