Dopo aver subito il lancio degli oggetti dai balconi, i volontari puliscono i giardinetti della vesuviana: “Non ci arrendiamo”

293

Un gruppo di volontari riuniti nell’associazione Torre Pulita. Con l’obiettivo di educare la cittadinanza al rispetto degli spazi comuni dando l’esempio. Da diverso tempo, armati di scope e sacchetti, si danno appuntamento per ripulire aree sporche e degradate. Dalle scale della villa comunale ai giardinetti della Vesuviana, fino alla Passeggiata Porto-Scala. Ieri pomeriggio intorno alle 16 i volontari di Torre Pulita si sono recati nei pressi del Complesso Monumentale delle Cento Fontane per effettuare la pulizia dell’area.

Ma qualcuno ha iniziato a lanciare oggetti dai balconi contro i ragazzi impegnati nell’attività di rimozione dei rifiuti dal monumento. L’accaduto è stato denunciato via facebook: “Un gruppo di volontari, nonostante il tempo incerto, si è recato presso le cento fontane per pulire, ma purtroppo sono stati accolti da gente che non ha amore per la propria città e vuole restare nello schifo”. Dure le parole dell’associazione che ha espresso forte rammarico per quanto accaduto: “Sono stati lanciati oggetti di ogni genere dai balconi, mettendo anche a rischio l’incolumità dei volontari. Ai volontari vittime di questo atto vandalico va la solidarietà di tutto il resto del gruppo, a chi ha commesso questo gesto ignobile una sola parola: fate schifo!”.

“Oggetti lanciati dai balconi contro i volontari alle Cento Fontane”, la denuncia dell’associazione Torre Pulita

Naturalmente, i volontari si sono dovuti allontanare dall’area lasciando incompleta la pulizia per mettersi al riparo.

Sui social è scattata la solidarietà verso i volontari e la condanna per gli autori del gesto: “Gente senza valori”, “Invece di ringraziarli, li aggrediscono”.

Dopo il raid, i volontari si sono spostati nei giardinetti della vesuviana. Il messaggio è chiaro: “Noi non ci arrendiamo”.