Dopo le dimissioni, Palomba ci riflette. Countdown per il consiglio comunale di domani

539

Un fine settimana di riflessione, accuse, prese di posizione, dubbi e attesa. Subito dopo le dimissioni di venerdì mattina, il sindaco Giovanni Palomba aveva lasciato Torre del Greco per raggiungere la famiglia fuori città.

“Sono un uomo libero adesso”. “Non torno indietro, sono dimissioni definitive”. “I consiglieri potrebbero accorciare l’attesa dei 20 giorni, dimettendosi”. Dietro la crisi che ha portato al clamoroso gesto si nascondono le tensioni all’interno di una maggioranza che già da qualche tempo faticava ad essere coesa. Nelle ore calde il nuovo gruppo consiliare “Ora…Ci vuole coraggio” era intervenuto per sottolineare “lo stupore” in relazione alle dimissioni: “Ci riteniamo estranei a qualsiasi motivazione che abbia indotto il sindaco a prendere una decisione sicuramente sofferta ma dalle motivazioni a noi assolutamente sconosciute”.

Proprio agli alleati del sindaco-imprenditore ora spetta il compito di tentare di ricucire gli strappi. Per domani – martedì 23 luglio – era stato già convocato alle 20.30 il consiglio comunale, un appuntamento clou anche per “la conta” della maggioranza. Una data che – a questo punto – resta comunque cruciale e che potrebbe tracciare la linea di demarcazione per il ritorno del sindaco sui suoi passi.

Poche le certezze al momento. Intanto Giovanni Palomba è tornato a Torre del Greco.