Due giorni per Torre tra arte, musica e teatro. Protagonisti anche gli scatti di Pasquale D’Orsi

135
  • serigraph
  • un click per il sarno
  • Faiella
  • Santa Maria la bruna
  • Lavela
  • bcp
  • Miramare
  • tvcity promo

Volti, mestieri, luoghi. Torre del Greco catturata dall’obiettivo del fotografo Pasquale D’Orsi. Nel corso di “Due giorni per Torre” la città è stata protagonista in tutte le sue sfaccettature dal teatro alla fede, dal gusto alla musica. Tutti gli eventi sono stati pensati per sostenere la raccolta fondi da destinare al restauro della chiesa di Santa Maria di Costantinopoli con la direzione artistica di Enrico Di Mario ed Ettore Fidanza.
Alla chiesa di Santa Maria del Purgatorio sono state esposte le opere fotografiche di D’Orsi nell’ambito della mostra “Scorci di Torre”. Scorci della storia, dei monumenti, dei simboli della città del corallo con richiami alla religiosità che il fotografo torrese fa rivivere nelle sue foto e da cui trasuda il suo amore per Torre del Greco.

Tra gli altri momenti – tutti significativi e molto partecipati – a Largo Costaninopoli spazio alla musica con il concerto di Antonio Onorato in Guitar Solo.

Tanti i monumenti aperti e gli angoli della città riscoperti nel corso della manifestazione, come il complesso di Villa Sora

Non sono mancati momenti di riflessione sul territorio, come nell’auditorium di Palazzo Vallelonga dove si è discusso dello “Stato di attività del Vesuvio a 225 anni dall’eruzione del 1794” con il professor Giuseppe Luongo.