carabinieri5[0][8]_Public_Notizie_270_470_3I carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Napoli a carico di 7 persone: 6 esponenti di spicco del clan camorristico degli “Birra – Iacomino” ed il reggente del clan dei “Lo Russo” di Napoli – Miano, clan da sempre alleati nell’ambito dello scambio di killer e per la gestione del traffico di droga.

Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli i militari dell’Arma hanno identificato i mandanti e gli esecutori del duplice omicidio di Montella Vincenzo e del figlio Gennaro, entrambi affiliati di spicco del clan “Ascione”, uccisi a Torre del Greco il 15 gennaio 2007 dopo un “pedinamento” in scooter durato circa 10 minuti.
L’agguato fu organizzato ed eseguito durante una delle più lunghe e sanguinose guerre di camorra: quella che per anni ha visto contrapposti gli “Ascione-Papale” ed i “Birra-Iacomino” che si contendevano il controllo degli affari illeciti sul territorio.