Ecopunti ancora colmi a Torre del Greco, scattano i controlli. Molti cittadini: “Prima pulite”

394

Sos rifiuti a Torre del Greco, l’amministrazione Palomba dispone l’attivazione di una task force di controlli nelle isole ecologiche del territorio. Ecopunti che restano in situazione di sofferenza. A partire dai Molini Marzoli a due passi dagli uffici comunali (in foto le condizioni di questa mattina nell’ecopunto nell’area di via Calastro)

sdr

Stessi disagi a via Tironi, nel parcheggio La Salle e anche negli ecopunti a ridosso delle scuole.

Ieri la ditta ha iniziato a portare i primi cassoni presso la Edil Cava, individuato con apposita ordinanza come sito di trasferenza per umido e ingombranti.

Ma la difficoltà resta proprio quella legata alla raccolta differenziata e la produzione eccessiva di frazione indifferenziata.

Ieri è arrivata intanto l’ordinanza dirigenziale per il trasbordo dai mezzi a viale Sardegna e in altri ecopunti che consentano le operazioni.

Nonostante le problematiche ancora in atto è stato deciso l’avvio di pattugliamenti a raffica, negli ecopunti cittadini, in merito allo sversamento abusivo ed illegale di rifiuti.

Sono state intensificate, in queste ore, le operazioni di presidio della Polizia Municipale di Torre del Greco.

Su impulso dell’assessore Giovanni Marino, con delega all’igiene urbana ed alla polizia municipale, i vigili hanno condotto verifiche a tappeto.

Ma sono molti i cittadini che via social stanno chiedendo – prima di usare il pugno duro – di garantire la completa pulizia e quindi la piena possibilità di utilizzare i cassoni delle isole ecologiche.

Un ultimo blitz è stato messo a segno nella giornata di ieri quando la Polizia Municipale è intervenuta, a seguito di segnalazione della centrale operativa, nell’ecopunto di Viale Sardegna sorprendendo due dipendenti di un’attività di abbigliamento e di calzature a sversare dal proprio autocarro pedane in legno, strutture in ferro ed arredi vari in modo illecito in un’area che poche ore prima era stata ripulita e bonificata dalla ditta Buttol. I due sono stati denunciati e l’autocarro è stato sequestrato.

“Non faremo sconti a nessuno”. La dura e ferma posizione del sindaco, Giovanni Palomba. “Se qualcuno crede di poter usare la città come una discarica comune e a cielo aperto, farebbe meglio a cambiare idea. L’istituzione sta lavorando. Ma senza l’aiuto dei cittadini, nulla può cambiare”, il monito del sindaco.

LEGGI ANCHE L’ANNUNCIO DEI CONTROLLI:

Sos rifiuti a Torre del Greco, l’amministrazione dispone una task force anti-incivili: “Non faremo sconti a nessuno”