Emergenza rifiuti a Torre del Greco, ancora stallo. La città si mobilita

193

Sono ore di attesa per l’emergenza rifiuti a Torre del Greco. Ripulire la città, uscire dallo stallo per il passaggio di cantiere, tornare alla normalità. Tre obiettivi che al momento sembrano difficili da raggiungere.

L’assunzione di detenuti e pregiudicati da assorbire per il passaggio di cantiere ha “raffreddato” la società individuata per l’affidamento temporaneo per la durata di sei mesi. Da un lato le richieste dei sindacati, dall’altro la Buttol. Con l’amministrazione comunale che non ha potere di intervenire direttamente nell’accordo.

Nel frattempo, la città si mobilita per dire basta allo scempio in corso.

Torre del Greco si presenta sempre più sporca. Distese di rifiuti caratterizzano la maggior parte degli ecopunti. Ieri dopo due giorni di sit in organizzato dall’associazione Marittimi per il Futuro bobcat e mezzi Nu sono entrati in azione per ripulire nelle zone circostanti le sedi del Sauro-Morelli che nel frattempo ha avviato una petizione per chiedere rimozione delle aree di raccolta nei pressi delle scuole e la bonifica.

I fogli della petizione avviata dall’istituto comprensivo Sauro-Morelli

Il presidente dell’associazione Marittimi per il Futuro ha annunciato una marcia silenziosa -apolitica – per giovedì 21 marzo con partenza da piazza Palomba alle 18.

Il consigliere d’opposizione Luigi Mele ha aderito al corteo: “Non siamo la città della munezza”, ha scritto.

Il post del consigliere d’opposizione Luigi Mele

Questa mattina gli esponenti di Fratelli d’Italia si sono detti “pronti a scendere in strada”. Il coordinatore cittadino Luca Alini ha parlato di “situazione inaccettabile” e insieme alla consigliera Alessandra Tabernacolo ha chiesto “cosa si aspetta per la rimozione dei rifiuti?”. “La città è diventata una enorme pattumiera a cielo aperto, con inevitabili problemi per la salute pubblica”, hanno tuonato gli esponenti di Fratelli d’Italia con il coordinatore area Miglio d’oro Salvatore Quirino che ha anche ricordato l’aumento della tariffa Tari approvato nel corso dell’ultimo consiglio comunale.

Emergenza rifiuti a Torre del Greco, Fratelli d’Italia: “Pronti a scendere in strada”