images carabiI carabinieri del nucleo operativo di Torre del Greco hanno notificato ad Antonio Sannino, 33 anni, residente a Ercolano, già noto alle forze dell’ordine e ritenuto affiliato al clan camorristico degli “Ascione-Papale” operante a Ercolano, attualmente detenuto per altra causa, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Napoli per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso.
Le indagini sono state effettuate dai militari dell’arma e coordinate dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli.
Erano state avviate a marzo 2010, dopo la denuncia presentata dal titolare di una ditta di Ercolano. Nel dicembre 2009, in ben 2 occasioni, Sannino si era recato dall’imprenditore chiedendo un “regalo” in denaro per i detenuti del clan o prospettando come unica alternativa la chiusura dell’esercizio in caso di rifiuto.
L’imposizione del pizzo non si verificò perché Sannino fu arrestato il 21.12.2009 su provvedimento di custodia cautelare in carcere (ritenuto responsabile di altre estorsioni).