Effettuato un controllo del territorio poco dopo il termine delle operazioni di raccolta in via Panoramica, via Bordiga, via Tironi di Moccia e corso Italia. Dopo meno di due ore dalla completa pulizia dell’area, erano già presenti in strada decine e decine di sacchetti. Aperti con la collaborazione di due dipendenti dell’azienda incaricata della raccolta e di una pattuglia della Polizia Municipale e alla presenza del vicesindaco Luigi Fiengo, è emerso che tutti i sacchetti contenevano rifiuti indifferenziati. I documenti contenuti in alcuni sacchetti hanno consentito di risalire a dieci abitanti della zona che si erano disfatti della spazzatura infrangendo ogni regola. Al termine di verifiche anagrafiche, i trasgressori saranno verbalizzati e multati con sanzioni fino a 250 euro. Dopo circa un’ora di controlli nella zona che poco prima era stata completamente ripulita, l’automezzo a supporto è dovuto rientrare al deposito perché totalmente pieno (circa 500kg di rifiuti accumulati in una piccola area della città in meno di tre ore).

L’azienda incaricata della raccolta dei rifiuti si è impegnata a ripulire la città nel giro di qualche giorno, mentre il Comune è impegnato a combattere il fenomeno dello sversamento abusivo. Il pugno duro del Comune, tuttavia, non ha risparmiato l’azienda incaricata della raccolta dei rifiuti in città: negli ultimi tre mesi, i vari disservizi della Buttol sono stati sanzionati per un totale di 86.289,02 euro.

«Stiamo facendo l’impossibile per uscire da questa situazione, ma occorre la collaborazione di tutti – dice il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto –. I disagi ci sono, con l’azienda siamo stati chiari e sanno che la nostra pazienza ha un limite. Tra tutti questi disagi, purtroppo, c’è anche una parte della cittadinanza che ormai si è convinta che la spazzatura si può buttare ovunque e a qualsiasi ora. Quanto accaduto ieri ne è un drammatico esempio: a due ore dall’intervento di pulizia in piena mattinata, sui marciapiedi era già accatastata mezza tonnellata di rifiuti. E parliamo di un’area residenziale del centro, non oso immaginare altrove. Ringrazio il vicesindaco Luigi Fiengo che coordinerà costantemente queste operazioni di controllo che si ripeteranno con cadenza quotidiana nelle aree che man mano verranno ripulite e mi auguro che l’azienda mantenga la parola ripristinando al più presto la normalità nel servizio di raccolta».