I carabinieri forestali della stazione di Marigliano hanno denunciato per combustione illecita di rifiuti un 88enne incensurato del posto.

I militari sono stati allertati da alcuni cittadini del centro città che lamentavano l’immissione nell’atmosfera di fumi neri e maleodoranti. Grazie alle loro testimonianze i carabinieri ne hanno individuato la fonte: un forno dismesso precedentemente utilizzato in un pastificio.

Al forno era affiancata una canna alta circa 20 metri. Da questa venivano espulsi i fumi prodotti dalla combustione di rifiuti domestici e agricoli che l’uomo vi gettava.
In occasione del sopralluogo, nel corso del quale è scattato il sequestro dell’intera struttura, i carabinieri hanno rinvenuto nella camera di combustione scarti carbonizzati di varia tipologia.