“Da un lato il via alla Camera della legge sul libro, a sostegno dei librai e della cultura, dall’altro la riduzione di apertura al pubblico della Biblioteca comunale di Torre del Greco a causa della carenza di personale, due modi diversi di dare sostegno e linfa vitale al proprio territorio”, così Luigi Gallo, Presidente della Commissione Cultura del Movimento 5 Stelle commenta la chiusura nel periodo estivo della biblioteca ” E.Aprea” del comune di Torre del Greco, in provincia di Napoli, a causa della mancanza di personale che copra sia le fasce mattutine che quelle pomeridiane. “È assurdo che chi governa la città di Torre del Greco – continua Gallo -vada nella direzione opposta alla salvaguardia del sapere e della cultura mentre nella stessa settimana la Commissione che presiedo porta in approvazione in aula alla Camera dei Deputati una legge quadro che incentiva la lettura con premi e sconti”.

“Questi sono i segnali più eclatanti che rivelano la mancanza di rispetto per i cittadini, in particolare per i giovani. Una città senza cultura, senza la biblioteca è una città morta
Camilleri ha detto che la cultura, il sapere è come l’acqua, il pane. Tutti i giorni ne abbiamo bisogno ” sono invece i commenti dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Torre del Greco Santa Borriello e Vincenzo Salerno.