PELLEGRINOLa festa organizzata per festeggiare l’onomastico di un parente ha portato all’arresto di un ricercato 42enne, alla macchia dall’ottobre 2015. A seguito di irruzione in una casa a due piani a Giugliano in Campania, i carabinieri della locale compagnia hanno catturato Giuseppe Pellegrino, 42 anni, già noto alle forze dell’ordine per numerosissimi reati e ritenuto affiliato all’ala stragista del clan dei Casalesi, la fazione “Bidognetti”. Al momento dell’irruzione nel caseggiato l’uomo ha abbandonato dolci e bottiglie di spumante e ha tentato di darsi alla fuga calandosi da un balcone, ma senza fare i conti con i carabinieri che avevano circondato la casa e con quelli che sorvegliavano l’irruzione dall’alto con un elicottero dell’arma. Pellegrino era ricercato da ottobre scorso per 2 ordini di carcerazione: per il primo dovrà scontare 6 anni e 11 mesi per associazione di tipo mafioso e per il secondo 4 anni e 5 mesi per estorsione aggravata da finalità mafiose. Dopo le formalità di rito è stato tradotto in carcere.