È stato siglato oggi, presso la direzione GORI di Ercolano, con la firma del Direttore Generale di GORI Francesco Rodriquez e del Sindaco del comune di Gragnano, Paolo Cimmino, alla presenza del Presidente del Consiglio Comunale, Aniello D’Auria e del consigliere Francesco Scala, l’atto attraverso il quale GORI è entrata in possesso dell’area dove insiste lo storico serbatoio di Via San Giacomo. Un impianto di strategica importanza per le zone collinari di Gragnano che sarà rifunzionalizzato e messo in esercizio da GORI, al fine di garantire il definitivo superamento delle problematiche di carenza idrica che hanno interessato le frazioni di Aurano e Castello nel periodo estivo quando le elevate temperature portano ad un aumento dei consumi. Un percorso virtuoso che si concretizza grazie alla proficua sinergia tra GORI e l’amministrazione comunale di Gragnano, e con la sensibilità mostrata verso la buona riuscita dell’operazione da parte dell’ormai ex proprietario. Il fattivo impegno dell’amministrazione comunale ha quindi portato alla risoluzione di una problematica che si trascinava da anni e che adesso rappresenta una via d’uscita concreta dalle difficoltà di distribuzione in alcune zone, anche in considerazione della particolare conformazione territoriale. Grande entusiasmo e soddisfazione da parte del Sindaco e del Presidente D’Auria per questo storico e importantissimo traguardo.

E’ la dimostrazione –  dichiara il Sindaco di Gragnano, Paolo Cimmino – che le cosiddette “zone periferiche” rappresentano da sempre una priorità per questa Amministrazione. E’ solo uno dei tanti obiettivi e delle azioni messe in campo al fine di risolvere le problematiche che da anni riguardano alcune aree del nostro territorio”.

È una questione – aggiunge il Presidente D’Auria – su cui stiamo lavorando senza sosta da diverso tempo in sinergia con GORI”.

L’atto siglato oggi – spiega il direttore generale di GORI, Francesco Rodriquez – consente al gestore di disporre di un impianto di accumulo ubicato in una zona strategica di fondamentale rilevanza per poter servire le zone collinari di Gragnano. Il serbatoio San Giacomo, come gli altri impianti gestiti da GORI, sarà telecontrollato a distanza e questo ne consentirà un utilizzo ottimale a vantaggio dell’utenza di riferimento”.