Si è tenuta venerdì 11 gennaio la Notte nazionale dei licei classici al liceo De Bottis di Torre del Greco. L’evento, che per il terzo anno consecutivo si svolge anche nella scuola torrese, è organizzato a carattere nazionale in contemporanea in centinaia di licei classici in tutta Italia.

Una grande partecipazione di pubblico, che ha preso parte ai convegni e ai laboratori organizzati da insegnati e alunni del liceo, secondo il tema scelto per quest’anno: “Le muse ai tempi del mouse” (in fondo all’articolo la gallery). Soddisfatta la dirigente scolastica, Letizia Spagnuolo, che ha rimarcato l’impegno di tutto il personale scolastico e degli studenti nel realizzare la manifestazione.

“Se durante la nostra seconda edizione della notte nazionale dei licei classici, lo scorso anno, mi sono emozionata per le performances degli studenti, quest’anno commozione, emozione, apprezzamento, orgoglio e gioia sono stati i sentimenti che mi hanno travolta tutta la serata”, ha esordito la preside.

“La nostra notte bianca si è connotata di un’aurea speciale, maestosa, dominante.
La cultura vola alto nell’aula magna, nelle aule destinate ai 25 laboratori realizzati dagli studenti sapientemente assistiti dai loro docenti.

Laboratori che hanno raccontato il passato e il presente, la tradizione e l’innovazione tra arte, letteratura, scienze e tecnologia. Le muse hanno accolto e  accompagnato il folto pubblico attento, curioso, preoccupato di perdere qualcosa di prezioso.

Il mio ringraziamento per la riuscita dell’evento va agli studenti e alle studentesse che ci hanno ancora una volta dimostrato entusiasmo, passione e amore per il loro liceo: uno straordinario esempio di coralità e condivisione. Tutto questo mi ha riempito il cuore di soddisfazione.

Ringrazio i collaboratori scolastici e tutto il personale Ata per la loro instancabile collaborazione manifestando un sincero senso di appartenenza.

Ringrazio i docenti che con la loro professionalità e sensibilità hanno appassionato i loro studenti facendo scoprire loro i propri talenti.

Un sentito ringraziamento ai relatori che hanno risposto con entusiasmo al nostro invito, un ringraziamento agli ex alunni sempre pronti a testimoniare la loro appartenenza al De Bottis, il mio grazie agli sponsor e alla loro scelta di investire nella cultura. Un rigraziamento anche a tutto lo staff di TVCITY, media partner dell’evento, per la preziosa collaborazione.

Sono grata, infine, a tutta la cittadinanza intervenuta: rappresentanti delle istituzioni, dirigenti scolastici, genitori e amici.

Tutti hanno testimoniato, con la loro presenza, l’affetto nei confronti del De Bottis e il senso profondo del valore della Cultura, vero patrimonio dell’umanità”, ha concluso la Spagnuolo.