Sviluppare tutte le necessarie iniziative politiche ed istituzionali per accelerare i tempi delle opere e delle azioni necessarie per il recupero del mare e della costa di San Giovanni a Teduccio, questo il tema al centro del tavolo di lavoro tenutosi presso la sede del Pd regionale, promosso dalla segreteria regionale e provinciale di Napoli del Pd e che ha visto la partecipazione tra gli altri di Mario Casillo, capogruppo regionale del Pd; Enza Amato, consigliere regionale Pd; Federico Arienzo, capogruppo del Pd al Comune di Napoli; Aniello Esposito, consigliere comunale di Napoli; e dei consiglieri e assessori di municipalità.

“Un obiettivo ambizioso, ma perseguibile, se si superano inerzie amministrative e scarsa capacità di coordinamento istituzionale. Vi sono ingenti risorse disponibili, cantieri in corso, progetti e opere da sbloccare con un minimo di azione politica e amministrativa” – dichiarano i partecipanti a margine dell’incontro.

Il PD di Napoli e della Campania che, già negli anni scorsi, ha prodotto iniziative di mobilitazione , di denuncia  e di sollecito che hanno consentito di mitigare l’impatto inquinante sul litorale vesuviano, consentendo il recupero della balneabilità ad Ercolano migliorando,anche se relativamente la qualità delle acque a San Giovanni a Teduccio, svilupperà un’azione incalzante nelle prossime settimane.

Si è costituito un gruppo operativo di lavoro,si sono programmati ulteriori incontro di approfondimento con gli enti interessati: Regione Campania, Comune di Napoli, Autorità di bacino, Ato, consorzio di bonifica Volla e paludi di Napoli, Sogesid e una visita ai cantieri in itinere e al litorale di San Giovanni a Teduccio costruendo un rapporto fecondo con il tessuto associativo e i cittadini della municipalità.