Hanno chiesto la collaborazione dei cittadini in un momento di grande emergenza sul fronte rifiuti. “Non conferite carta, cartone e ingombranti nei cassonetti e negli ecopunti nel corso dei prossimi giorni”. L’appello lanciato ieri sera dal sindaco Giovanni Palomba e dall’assessore all’Igiene Ambientale Pietro De Rosa.

La raccolta di questi materiali, infatti, subirà rallentamenti a causa dell’incendio scoppiato nel primo pomeriggio di ieri in una ditta di stoccaggio e smaltimento di rifiuti provenienti da raccolta differenziata nella zona industriale di Pascarola, a Caivano. Un rogo che ha mandato in fumo un ingente quantitativo di carta e plastica da imballaggio e un operaio cingalese è rimasto intossicato.

Una situazione che sta creando ripercussioni nei comuni della provincia di Napoli e Salerno, in particolare per la raccolta di carta, cartoni ed ingombranti. Di qui l’invito alla collaborazione, in un momento già critico.
Intanto fa sapere in queste ore l’assessore De Rosa: “la città è più pulita, ma restano i disagi. Le isole ecologiche sono state per lo più svuotate, resta principalmente il problema degli ingombranti e in parte di carta e cartoni”. Ingombranti ben visibili in ecopunti come quello di via Circumvallazione e di La Salle ma anche lungo le strade, dal centro alla periferia.

“Tutte le altre frazioni sono state prelevate  – prosegue De Rosa – e sono stati rimossi in gran parte i cumuli fuori dagli ecopunti e dai siti di prossimità. Siamo al lavoro per migliorare la situazione”.