raia“Ciò che è accaduto in queste ultime ore, con le perquisizioni domiciliari e negli uffici del Comune, oltre che con le informazioni di garanzia giunte al sindaco Ciro Borriello e ad altri esponenti dell’amministrazione comunale, purtroppo era stato da noi ampiamente previsto e annunciato. In virtù di ciò, avevamo provato a fermare una autentica deriva legata al servizio di smaltimento dei rifiuti chiedendo come PD, unitamente ai gruppi di quella parte di opposizione che rappresento, l’annullamento della precedente gara e l’indizione di una nuova gara d’appalto che avesse come oggetto un capitolato adeguato alla nostra città. E invece, i rappresentanti della maggioranza che siede a Palazzo Baronale hanno ignorato le nostre preoccupazioni e hanno tirato dritto sulla strada disegnata dal sindaco Borriello: lo scorrimento della vecchia “graduatoria”, per assegnare alla ditta Fratelli Balsamo una gara espletata quasi due anni prima”. E’ quanto dichiarato da Loredana Raia – capogruppo del Partito Democratico al Comune di Torre del Greco – da sempre convinta sostenitrice dell’indizione di una nuova gara per regolarizzare il servizio di raccolta della N.U.

“Non abbiamo, ancora, compreso le ragioni che portarono alla sostituzione del precedente Segretario Generale – continua la Raia –  e resta per noi ancora un arcano il motivo per il quale la subentrante incaricata che lo ha sostituito, chiamata secondo legge ad esercitate i necessari controlli, fosse stata invece incaricata di occuparsi – nella qualità di dirigente ad interim del settore ambiente – di tutta la “vicenda” propedeutica al passaggio di cantiere, cadendo, così come da nostra denuncia in consiglio comunale con relativa richiesta di trasmissione di quegli atti alla Procura, nella contraddizione di ricoprire il doppio ruolo di controllore e di controllato.

“Dispiace – conclude il capogruppo PD – che ancora una volta la nostra città debba finire sulle pagine dei giornali per vicende giudiziarie! I cittadini di Torre del Greco hanno bisogno di altro: di politici ed amministratori capaci ed adeguati, per impegno e passione, a costruire il suo rilancio in tutte le istituzioni dove si decide il nostro futuro”.