Inchieste WhyNot e Poseidone: incontro pubblico con De Magistris, Travaglio e Marco Lillo

Un incontro pubblico con Luigi de Magistris, Marco Travaglio e Marco Lillo per raccontare la “Storia di una toga strappata”. La storia di due inchieste, “WhyNot” e Poseidone,  che furono illegittimamente sottratte all’allora pm di Catanzaro, come emerso anche dagli ultimi sviluppi giudiziari. Se ne parlerà sabato prossimo, alle 10.30, presso il cinema Modernissimo in via Cisterna dell’Olio, nel corso di un dibattito che sarà moderato dalla giornalista Fabiola Conson. Per l’occasione sono previsti anche video e testimonianze di chi visse quegli anni e saranno letti i passi più importanti dei provvedimenti giudiziari dalle attrici Rosaria de Cicco e Pina Turco. Come è ormai noto, i  provvedimenti con cui nel 2007 furono sottratte all’allora pm di Catanzaro, Luigi de Magistris, le inchieste Poseidone e Why Not, furono “illegittimi” procurando un danno al Pubblico Ministero ed un ingiusto vantaggio agli indagati. Lo hanno stabilito i giudici della Corte d’Appello di Salerno nelle motivazioni della sentenza del processo per la sottrazione di quei fascicoli d’indagine. Ecco perché è necessaria un’operazione verità su due indagini che hanno smascherato gli intrecci perversi tra politica, mafie e massoneria deviata. E il dibattito di sabato servirà proprio a questo. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, ma per consentire una migliore logisitica è gradita la prenotazione all’indirizzo http://www.dem-a.it/approfondimento/sabato-9-marzo-2019-whynot-e-poseidone-10-anni-dopo.