“Gli imbecilli non ci fermeranno”, il presidente dell’Ente Parco interviene dopo le polemiche sullo scempio della Pasquetta.

“Ieri sera il Sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto, che ringrazio per l’attenzione e l’impegno, mi ha informato che alcuni imbecilli e cafoni hanno lasciato i residui della loro scampagnata in un’ area verde ai margini di via Vesuvio.
Sicuramente a loro non è arrivata la nostra campagna di sensibilizzazione sulla pasquetta sostenibile, ma gli arriveranno le multe poiché per alcuni di loro la Polizia Municipale di Ercolano ha individuato i numeri di targa. Così imparano!”, le parole di Agostino Casillo,

“tuttavia, questi sparuti gruppetti di incivili non devono infangare il lavoro di tutti gli operatori (ristoratori, albergatori, guide turistiche, esercenti ecc.) che in questo week end di Pasqua hanno accolto in maniera professionale e calorosa, come noi vesuviani sappiamo fare, le decine di migliaia di turisti che in maniera rispettosa e disciplinata hanno goduto del nostro territorio.

Soltanto al Gran Cono del Vesuvio (sentiero n5 del Parco Nazionale del Vesuvio) abbiamo totalizzato 12.373 ingressi in tre giorni (sabato, domenica e lunedì), l’anno scorso nello stesso periodo erano stati 10.073, quindi chiudiamo con un +23%!

Stiamo lavorando giorno dopo giorno per migliorare il nostro territorio e ridare al Parco Nazionale del Vesuvio la dignità che negli anni passati aveva perso per inattività, mancanza di strategia e assenza di progettualità.
Quattro imbecilli non ci fermeranno!”